Associazione Silvia Procopio
Neurologia
OncologiaMedica.net
OncoGinecologia.net

Effetti di Ticagrelor versus Clopidogrel nei pazienti troponina-negativi con sindrome coronarica acuta a basso rischio sottoposti a procedura PCI


Molti pazienti con sindrome coronarica acuta a basso rischio non sono pre-trattati con un inibitore del recettore P2Y12, e gli interventi coronarici percutanei ( PCI ) sono spesso eseguiti su una base ad hoc, in questa popolazione.
Gli studi di farmacodinamica di confronto tra Ticagrelor ( Brilique ) e Clopidogrel ( Plavix ) nei pazienti sottoposti a intervento PCI ad hoc sono carenti.

Sono stati valutati gli effetti farmacodinamici di Ticagrelor rispetto a Clopidogrel alla dose di carico nel periodo peri-procedurale tra i pazienti con sindrome coronarica acuta troponina-negativa sottoposti a PCI ad hoc mediante uno studio prospettico, in aperto, randomizzato, multicentrico, a gruppi paralleli, di fase IV.

100 pazienti naïve agli inibitori P2Y12 che presentavano sindrome coronarica acuta biomarcatore-negativa ed erano stati sottoposti a PCI ad hoc, su una base di terapia con Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ), sono stati randomizzati a ricevere Ticagrelor 180 mg dose di carico o Clopidogrel 600 mg dose di carico.

La reattività piastrinica ( unità di reazione P2Y12, PRU; test VerifyNow ) è stata misurata in 5 momenti temporali: pre-dose di carico, a 0.5, 2 e 8 ore post-dose di carico, e alla fine della procedura PCI.

L'endpoint primario erano i livelli PRU 2 ore post-dose di carico; gli endpoint secondari comprendevano i livelli PRU in tutti gli altri momenti temporali e l’inibizione della aggregazione piastrinica; un’analisi esplorativa ha valutato i tassi di alta reattività piastrinica durante il trattamento ( HPR ) ( PRU maggiore di 208 ).

A 2 ore, i livelli di PRU erano significativamente più bassi con Ticagrelor rispetto a Clopidogrel ( 98.4 vs 257.5; p minore di 0.001; endpoint primario ).

I livelli PRU hanno mostrato differenze fin da 0.5 ore post-dose di carico, con significative differenze osservate entro la fine dell’intervento PCI ( media 0.6 ore post-dose di carico ) mantenute fino a 8 ore post-dose di carico.

I tassi di alta reattività piastrinica durante il trattamento sono risultati significativamente ridotti con Ticagrelor rispetto a Clopidogrel alla fine della procedura PCI ( P=0.030 ) e a 2 ore ( P minore di 0.001 ) e a 8 ore ( P minore di 0.001 ) dopo dose di carico.

In conclusione, nei pazienti con sindrome coronarica acuta a basso rischio sottoposti a procedura PCI ad hoc, la dose di carico di Ticagrelor ha fornito una inibizione piastrinica più pronta e potente, e più bassi tassi di alta reattività piastrinica durante il trattamento, rispetto alla dose di carico di Clopidogrel. ( Xagena2016 )

Angiolillo DJ et al, J Am Coll Cardiol 2016; 67: 603-613

Cardio2016 Farma2016


Indietro