Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

L'iperpotassiemia al momento del ricovero è associata a mortalità intra-ospedaliera e l'ipopotassiemia a arresto cardiaco e fibrillazione atriale di nuova insorgenza nei pazienti ricoverati con sospetta sindrome coronarica acuta


Nella sindrome coronarica acuta ( ACS ), lo squilibrio di potassio al momento del ricovero è stato associato a aritmie, arresto cardiaco e mortalità ospedaliera.
Tuttavia, non sono state prese in considerazione diverse caratteristiche di presentazione e i sottotipi di sindrome coronarica acuta.

Sono stati esaminati i pazienti consecutivi ( n = 32.955 ) ricoverati con sospetta sindrome coronarica acuta nel periodo 2006-2011, inseriti nei Registri SWEDEHEART e SCREAM.

Sono state valutate con modelli di regressione logistica le associazioni tra categorie di potassio plasmatico al momento del ricovero ( riferimento: 3.5 - inferiore a 4.0 mmol/L ) e gli esiti ospedalieri tra cui mortalità, arresto cardiaco, fibrillazione atriale di nuova insorgenza e blocco atrioventricolare di secondo o terzo grado.

Sono state osservate associazioni a forma di U tra il livello di potassiemia al momento dell'ingresso in ospedale, la mortalità e l'arresto cardiaco.

Tuttavia, in modelli completamente aggiustati, solo l'iperpotassiemia ( 5.0 - inferiore a 5.5 [ odds ratio, OR 1.83, IC 95%, 1.34-2.49 ] e maggiore o uguale a 5.5 mmol/L [ OR 2.27, IC 95%, 1.57- 3.27 ] ) era associata alla mortalità, mentre solo l'ipopotassiemia ( 3.0 - inferiore a 3.5 [ OR 1.63; IC 95%, 1.21-2.19 ] e inferiore a 3.0 mmol/L [ OR 2.72; IC 95%, 1.56-4.74 ] ) era associata ad arresto cardiaco.

Il potassio inferiore a 3.0 mmol/L ( OR 1.93, IC 95%, 1.00-3.76 ) era associato a fibrillazione atriale di nuova insorgenza.

Dopo aggiustamento multivariabile, non è stata osservata alcuna associazione tra il blocco atrioventricolare di secondo o terzo grado e i livelli di potassio.

I risultati non sono stati modificati dalla diagnosi principale ( sottotipo ACS o diagnosi non-ACS ) o eGFR ( velocità di filtrazione glomerulare stimata ).

In conclusione, l'iperpotassiemia al momento del ricovero è associata a mortalità intra-ospedaliera e l'ipopotassiemia con arresto cardiaco e fibrillazione atriale di nuova insorgenza in pazienti ricoverati con sospetta sindrome coronarica acuta. ( Xagena2018 )

Faxén J et al, Int J Cardiol 2018; Epub ahead of print

Cardio2018 Endo2018



Indietro